Le 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria

I soliti consigli sulle migliori cose da fare in Valle d’Itria ti hanno stancato? Cerchi qualcosa di diverso? Conosci già a memoria tutti i borghi tipici della zona e adesso vuoi dedicarti ad esperienze uniche che ti lascino un ricordo?

Ok, sei nel posto giusto allora. Ho raccolto in questo articolo le 10 migliori cose da fare in valle d’Itria eliminando le varie visite nei borghi tipici della zona, come Ostuni o Alberobello.

Ci dedichiamo infatti ad attività ed esperienze che io stessa ho provato, vissuto e apprezzato davvero tanto, per un motivo o per l’altro, e mi sento di consigliarle davvero con piacere, per permetterti di vivere esperienze che lascino il segno, proprio come è successo a me.

 

Le 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria

Tra le 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria non leggerai alcun consiglio scontato, tipo visitare i borghi tipici della Valle, come anticipato sopra.

Trovo che sia assolutamente giusto conoscerli e visitarli (e infatti puoi leggere una piccola guida alla scoperta della Valle d’Itria), ma trovo che sia altrettanto giusto ampliare i nostri orizzonti, cambiare prospettiva e dedicarci ad attività ed esperienze diverse e originali.

Tour degli ulivi secolari in Valle d’Itria

Apriamo questi consigli sulle 10 migliori cose da fare in Puglia con un classico che non può mancare, il tour degli ulivi secolari.

La cosiddetta “Piana degli ulivi secolari” si estende nel territorio compreso tra Monopoli, Fasano, Ostuni e Carovigno e ospita una grandissima concentrazione di ulivi secolari, appunto, ma anche millenari (alcuni esemplari risalgono a 3000 anni fa, per esempio).

Marina di tuinpuglia organizza tour di mezza giornata proprio per andare a scoprire la storia di questi bellissimi alberi e di questo territorio che le ospita da millenni.

Tra le 10 milgiori cose da fare in Valle d’Itria: visita all’azienda casearia Anna Laterza

Non deve poi mancare una visita ad un’azienda casearia per scoprire il processo di lavorazione di alcuni tra i prodotti tipici caseari pugliesi più gustosi, come la mozzarella, il caciocavallo o la scamorza.

L’azienda agricola Anna Laterza si trova a Gioia del Colle, in provincia di Bari, ed è una bellissima realtà da conoscere e supportare perché il signor Orazio sta tramandando il lavoro al figlio Davide, per far sì che queste tradizioni non scompaiano.

Inoltre, usano latte di produzione propria proveniente da allevamenti non intensivi: le mucche infatti pascolano felici insieme ai vitellini nel terreno della proprietà.

Ovviamente, il momento migliore succede quando Orazio fa assaggiare la mozzarella appena fatta, ancora calda calda!

Degustazione di olio in Valle d’Itria all’azienda Agriolea

Un’altra attività da non perdete è sicuramente una degustazione di olio, prodotto tipico e punta di diamante della produzione pugliese.

Agriolea è un’azienda agricola con frantoio che si trova ad Ostuni, proprio nella Piana degli ulivi secolari.

Massimo e Rosanna sono il valore aggiunto di questa piccola azienda perché uniscono la migliore tradizione contadina con l’innovazione tecnologica e si occupano in modo accurato e certosino di tutta la filiera produttiva, dalla cura del terreno al prodotto finale imbottigliato e spedito.

Cose da fare in Valle d’Itria: visita al Parco delle Dune Costiere con twizy elettrico

Un’attività tra le migliori 10 cose da fare in Valle d’Itria è certamente questa: la visita al Parco delle Dune Costiere in twizy, la macchina elettrica biposto.

Ad Ostuni Forplaysrl propone questa modalità alternativa noleggiando veicoli elettrici (twizy, scooter e e-bike) per andare alla scoperta della Valle d’Itria e dell’alto Salento in totale libertà e autonomia.

La filosofia di Paola di Forplaysrl è rivolta alla sostenibilità non solo nei confronti dell’ambiente proponendo appunto veicoli elettrici, ma anche nei confronti delle persone stesse, perché non organizza gite in gruppo in cui si è costretti ad aspettare gli altri o a seguire un itinerario collettivo che vada bene per tutti.

Con il twizy, lo scooter elettrico o l’e-bike hai la libertà totale di andare dove vuoi, per quanto vuoi e con chi vuoi!

Passeggiata con un erbosofo per conoscere le erbe spontanee

Una bellissima attività da fare che ti permetterà di riconnetterti con la natura e soprattutto di conoscerla meglio è la passeggiata con Felice Tanzarella, un erbosofo che ti guiderà proprio nel conoscere e riconoscere le erbe spontanee lungo la costa di Carovigno, nella zona di Porto Guaceto.

Le stesse erbe spontanee che stampano le ragazze di Stampalanatura sulle loro stampe botaniche artigianali!

Puoi poi concludere con un aperitivo organizzato dai ragazzi di Tatara Experience a Porto Guaceto beach.

Tour nautico da Ostuni a Polignano a mare e Monopoli

Se cerchi un’attività insolita o che ti permetta di cambiare il punto di vista e la prospettiva per ammirare una bellezza come Polignano a mare, allora non devi perdere il tour nautico in gommone veloce proposto sempre da Marina di tuinpuglia.

La partenza è dal porto di Villanova, ad Ostuni, con direzione Polignano a mare e tappa intermedia a Monopoli.

Si tratta di un tour che consiglio molto perché ti permette di vivere e vedere Polignano a mare e Monopoli da una prospettiva diversa, ovvero dal mare.

Tour molto adatto per chi ama l’adrenalina e provare qualcosa di nuovo, in gruppo tra amici, in famiglia o in coppia.

Tour del Parco Rurale di Masseria Spina Resort

Ci troviamo all’interno della Masseria Spina, una masseria fortificata a Monopoli, a poche centinaia di metri dal mare.

Siamo appena all’interno della Piana degli Ulivi millenari ed è possibile visitare il Parco Rurale della Masseria, che racconta la storia della masseria, della famiglia Meo-Evoli e del territorio in cui si trova.

Il tour poi termina con una degustazione di vino insieme a Davide Longano, giovane sommelier pugliese, che si occupa del progetto Spina Wine Cellar, ovviamente all’interno della masseria.

Cena tipica alla Vineria Rocca Cellarii

Passiamo adesso al cibo, perché il cibo rende felici e perché in questa guida sulle 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria non può mancare un bel pranzo o una bella cena tipica pugliese.

E allora dove andare?

L’indirizzo è quello della Vineria Rocca Cellarii a Gioia del Colle (BA): via Papa Giovanni XXIII, 6/A.

La Vineria Rocca Cellarii è l’unione praticamente perfetta tra l’amore del signor Rocco per il vino e la passione per la cucina della signora Fausta che unisce la cucina salentina delle sue origini con quella barese per un risultato che è la fine del mondo!

Qui troverete accoglienza, simpatia e soprattutto ottimo cibo: fave e cicorie, burratine, orecchiette alle cime di rapa, ciceri e tria, riso patate e cozze, salumi tipici, ricottine, taralli e la mitica focaccia barese… insomma, di tutto e di più!

Tra le 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria: aperitivo nel frutteto di TerrAnna

Siamo nell’azienda agricola TerrAnna a Martina Franca, in provincia di Taranto.

L’azienda è portata avanti dalla signora Anna e da tre dei suoi quattro figli, Alessandra, Daniela e Andrea.

Andrea è il più piccolo e a soli 23 anni ha deciso di prendere in mano le redini dell’azienda e occuparsi personalmente dei suoi frutteti e dei suoi uliveti, che considera i suoi gioielli più preziosi.

L’amore e la passione che trasmette parlando della sua terra è lampante, cristallino, e non potrebbe essere altrimenti avendo deciso di rimanere nella sua terra di origine piuttosto che fuggire all’estero in cerca di fortuna.

Andrea, le sue sorelle e la mamma Anna la loro fortuna se la sono cercata e creata proprio qui, a Martina Franca, dove sono nati e cresciuti.

Sicuramente un aperitivo tra i frutteti con focaccia di cipolle, capocollo, caciocavallo, friselle, nodini e un ottimo primitivo di Puglia sono gli ingredienti fondamentali per un aperitivo indimenticabile in una location altrettanto unica.

Tour delle calette paradisiache in Valle d’Itria

Chiudiamo questo elenco delle 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria con il tour delle calette paradisiache proposto sempre da Marina di tuinpuglia.

Si tratta di una passeggiata di due ore circa lungo la costa di Torre Santa Sabina, tra Ostuni e Carovigno, zona che Marina conosce meglio delle sue stesse tasche perché qui è cresciuta, correndo a piedi scalzi su queste rocce e scoprendo caletta dopo caletta la bellezza di questa zona.

Marina ci porta alla scoperta di queste calette e della loro storia geologica, raccontando e mostrando le testimonianze fossili ancora presenti sul territorio e la natura di queste rocce.

 

Spero che tu abbia trovato interessanti questi consigli sulle 10 migliori cose da fare in Valle d’Itria e che tune scelga aleno uno da provare durante in tuo viaggio in Puglia.

Se cerchi un alloggio in Valle d’Itria, puoi dare uno sguardo all’Agritrullismo degli Imperiali per dormire in un trullo.

Infine, puoi dare un’occhiata alle mie guide di viaggio in Puglia per completare il tuo itinerario.

 

 

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.