1. Home
  2. ¬Ľ
  3. FIRENZE
  4. ¬Ľ
  5. cosa vedere e fare
  6. ¬Ľ
  7. I luoghi di Dante a Firenze: itinerario sulle orme del...

I luoghi di Dante a Firenze: itinerario sulle orme del Sommo Poeta

Mar 22, 2024 | cosa vedere e fare, FIRENZE, TOSCANA

Tracciare un itinerario che tocchi i luoghi di Dante a Firenze ti permetterà di scoprire tappa dopo tappa dettagli, curiosità e storie che ancora oggi, a distanza di secoli, raccontano la vita del Sommo Poeta a Firenze, facendo un vero e proprio tour su Dante Alighieri.

Ma iniziamo dal principio. Dante Alighieri nasce a Firenze nel 1265 in un momento particolarmente dinamico e complicato della storia fiorentina. La sete di potere e di ricchezza, la corruzione e i frequenti tradimenti portano la citt√† a lotte intestine e diatribe sanguinarie fino alla divisione netta tra Guelfi (sostenitori del Papato) e Ghibellini (alleati all’Imperatore).

Dante trascorse a Firenze la sua vita fino all’inizio del nuovo secolo, quando presero il potere i Guelfi Neri. Infatti, a causa dell’attivit√† politica da lui svolta tra le file dei Guelfi Bianchi, fu condannato al pagamento di una multa molto cospicua e i suoi beni furono requisiti.

dante a firenze, veduta su ponte vecchio

Dante a Firenze: i luoghi del Sommo Poeta nel capoluogo toscano

Dante per√≤ si rifiut√≤ di pagare e la sua pena si tramut√≤ in una condanna a morte. √ą marzo del 1302 quando Dante viene esiliato da Firenze. Arriva cos√¨ a Ravenna dove trascorre circa 20 anni fino alla sua morte avvenuta nel 1321.

Nonostante Dante sia irrimediabilmente legato alla città di Firenze sotto diversi punti di vista, le sue spoglie rimasero a Ravenna dove è sepolto.

Se ti appassionano queste vicende storiche e culturali come a me vediamo adesso quali sono i luoghi di Dante a Firenze, tracciando un itinerario a piedi sulle orme del Sommo Poeta nel capoluogo fiorentino.

cosa vedere a firenze, la casa di dante

Museo casa di Dante

La prima tappa dei luoghi di Dante a Firenze non può che essere il museo casa di Dante. Non fu in verità la sua reale abitazione ma si tratta di una ricostruzione ottocentesca che propone e racconta la vita di Dante a Firenze alla fine del Duecento.

Tra laboratori e visite guidate la casa museo di Dante ti mostrer√† come era la vita ai tempi del Sommo Poeta. Infatti, i tre piani del museo sono dedicati al racconto della vita politica, economica e sociale dell’epoca.

Il biglietto intero costa ‚ā¨8 e ci sono due diversi orari, estivo e invernale, quindi assicurati che sia aperto nel momento della tua visita.

Ritratto di Dante nella piazzetta

Proprio nella piazzetta su cui affaccia il museo casa di Dante puoi scorgere nel porfido della pavimentazione un ritratto di Dante che si difficilmente si svela.

Devi aguzzare bene la vista per riuscire a trovarlo e vederlo!

cosa vedere a firenze, il ritratto di dante

guida firenze e dintorni pdf

Chiesa di Santa Margherita de’ Cerchi

A circa 20 passi dalla casa museo di Dante si trova la Chiesa di Santa Margherita de’ Cerchi che risale al 1302. La storia di questa chiesa √® particolare e contraddittoria sotto un certo punto di vista.

Infatti, nonostante sia conosciuta come la “chiesa di Dante perch√© frequentata proprio dalla sua famiglia e perch√© Dante ufficializz√≤ in questa chiesa il matrimonio combinato con Gemma Donati, sembra in realt√† che questa fosse la “chiesa di Beatrice”.

Secondo la leggenda che si interseca spesso con la storia, questa fu la chiesa frequentata dalla famiglia Portinari. Alcuni dicono che Dante incrociò lo sguardo con quello di Beatrice proprio qui. Altri ancora dicono che qui siano custodite le spoglie di Beatrice.

Per questo all’interno della chiesa c’√® una lapide molto “venerata” ma appunto falsa di Beatrice Portinari a cui molte persone in visita affidano i propri messaggi d’amore che vengono raccolti in un cesto di vimini sotto la lapide.

Se Verona ha la sua Giulietta, noi a Firenze abbiamo la nostra Beatrice!

Il sasso di Dante

I prossimo dei luoghi di Dante a Firenze si trova in Piazza delle Pallottole, a due passi dal Duomo di Santa Maria del Fiore. Si tratta del cosiddetto “sasso di Dante“, come riporta la targhetta di riferimento.

Anche in questo caso è il racconto di una leggenda quello che ci guida nel comprendere questo luogo. Si dice infatti che Dante usasse fermarsi proprio qui per seguire i lavori di costruzione del Duomo.

Pare inoltre che durante una di queste sue soste¬† avesse avuto un dialogo con un conoscente circa il suo piatto preferito, l’uovo sodo col sale, anche se ovviamente di tutto questo non c’√® documentazione che lo possa confermare.

firenze segreta, il sasso di dante

La maschera funebre di Dante a Palazzo Vecchio

Custodita oggi a Palazzo Vecchio questa maschera funebre è una copia del volto di Dante: anche in questo caso la realtà si unisce alla leggenda. Alcuni dicono sia stata realizzata immediatamente dopo la sua morte. Alcuni studi invece affermano che si risalga al tardo Quattrocento, quindi ben 150 anni dopo circa la morte del Sommo Poeta.

La sua collocazione a Palazzo Vecchio, sede del Comune fiorentino, simboleggia il ruolo preponderante e l’impegno politico, culturale e artistico di Dante che ha contribuito allo sviluppo della citt√† e pi√Ļ in generale di tutta la cultura italiana.

Statua di Dante in piazza Santa Croce

Fuori dalla Chiesa di Santa Croce, nella piazza omonima, si trova una statua che raffigura Dante, realizzata nel 1865 per celebrare il 600¬į anniversario della nascita del Sommo Poeta.

Ma la storia di questa statua, un pò come tutti gli altri luoghi di Dante a Firenze, è molto originale. Dante infatti viene rappresentato con lo sguardo corrucciato, quasi arrabbiato. Si dice infatti che Dante non abbia mai perdonato Firenze per essere stato esiliato a Ravenna!

Questa storia troverebbe le sue prove nel fatto che effettivamente i fiorentini impiegarono un paio di secoli prima di decidersi a rivolerlo nella sua città natale Рinfatti tanti lo consideravano ancora colpevole di tradimento!

Fu costruito un monumento funebre commemorativo che avrebbe dovuto ospitare i suoi resti che per√≤ Ravenna non invi√≤ mai a Firenze. Dante infatti √® tutt’oggi sepolto a Ravenna.

Questa statua quindi possiamo dire che rappresenti un p√≤ il fantasma di Dante che mai torn√≤ nella sua Firenze: oggi per√≤ √® possibile visitare il cenotafio di Dante all’interno di Santa Croce.

statua di dante alighieri in piazza santa croce a firenze

Questo itinerario ti permetterà di scoprire quali sono i luoghi di Dante a Firenze e quali sono le storie, alcune leggendarie, altre meno, che ancora oggi raccontano la vicenda del Sommo Poeta nel capoluogo toscano.

Sappi inoltre che il 25 marzo è il Dantedì, ricorrenza istituita dal Ministero della Cultura. In tale occasione tante sono le iniziative online e offline che celebrano la vita e le opere di Dante Alighieri.

‚Üí Se cerchi altre tappe o itinerari per Firenze, leggi il mio blog oppure prendi la mia guida d’autore in formato pdf su Firenze & Dintorni.

 

Questo articolo contiene link affiliati: questo significa che se deciderai di prenotare le attività che ti ho proposto, un piccola percentuale della tua prenotazione va a me, senza però che tu abbia costi aggiuntivi. Consideralo un modo semplice e giusto per sostenere il mio lavoro, un pò come se mi pagassi un caffè!

Guida pdf

Scritta da una fiorentina doc per chi arriva, chi torna e chi ci vive.

Storie, progetti e indirizzi per scoprire cosa vedere, dove mangiare (anche senza glutine e lattosio) e dormire a Firenze, e 6 destinazioni nei dintorni.

Chi sono

Giulia Maio, travel blogger dal 2015, fiorentina doc dal cuore sardo.

Mi occupo di promozione del territorio, italiano ed estero.

Gli ultimi articoli pubblicati

Cosa stai cercando?