Cosa mi piace fare a Firenze

Ci sono miliardi di guide che raccontano cosa fare a Firenze e la stragrande maggioranza di queste sono state scritte da visitatori, non da fiorentini. Ecco perché ho voluto scrivere e raccontare in questo articolo cosa mi piace fare a Firenze, la mia bella città.

Non si tratta di un elenco di indirizzi che mi piace frequentare, ma ho pensato questo articolo come se fosse la descrizione di una giornata che passeremo virtualmente insieme, partendo quindi dalla mattina per arrivare alla sera. Nel fare questo, teniamo ovviamente in considerazione che ogni itinerario alla scoperta di Firenze è dedicato quasi esclusivamente al centro città – e non potrebbe essere altrimenti, da un certo punto di vista!

ragazza di profilo con cappotto nero che cammina sotto arcate rinascimentali

Cosa mi piace fare a Firenze in mattinata

Ecco perché anche io partirò dal centro città, ma mi piacerebbe indicarti tre luoghi, sparsi proprio per il centro, che mi piacciono particolarmente, non mete da visitare, ma posizioni geografiche in cui trovarsi e semplicemente vivere il momento.

Piazza Duomo, tra il Duomo e il Campanile di Giotto

Dovete posizionarvi esattamente a metà tra il Duomo e il Campanile di Giotto, appena sotto la scalinata, col Battistero di San Giovanni alle spalle.

Posizionatevi in questo punto e cercare di immaginarvi soli, nonostante sia il punto più caotico della città. Semplicemente guardate in alto e godetevi la maestosità delle sensazioni che il Duomo e il Campanile vi daranno.

facciata del duomo di firenze e campanile in prospettiva dal basso verso l'alto

Lungarno degli Archibusieri

Cercate di posizionarvi appena prima del portico, con gli Uffizi a destra e l’Arno che scorre sotto di voi a sinistra.

È uno dei miei punti preferiti in città perché permette di capire il rapporto strettissimo che noi fiorentini abbiamo con l’arte, soprattutto l’arte un po’ nascosta, quella da cercare. Ne siamo totalmente immersi, ci viviamo dentro senza neanche rendercene conto più di tanto a volte. Personalmente non potrei esserne più felice, e infatti ogni tanto mi piace ricordarlo venendo proprio sul Lungarno degli Archibusieri.

ragazza di spalle con gonna lunga e rossa sotto un arco prospettico

Cortile interno di Palazzo Medici – Riccardi

Siamo in via Cavour, una delle vie centrali di Firenze, e questo palazzo è sempre aperto al pubblico. Se ne può visitare il cortile interno senza biglietto d’ingresso.

Firenze è stracolma di palazzi signorili, palazzi che raccontano la storia di questa città, divisa spesso tra fazioni e famiglie in lotta tra loro attraverso i secoli. Palazzo Medici – Riccardi è uno dei miei preferiti perché semplicemente entrando nel suo cortile interno si ha la sensazione di fare un salto indietro nel tempo che ci permette di capire, anche solo lontanamente, come fosse la vita di allora.

vista dal basso allìalto dell'interno di un cortile di un palazzo signorile fiorentino

Cosa mi piace fare a Firenze per pranzo

Nel centro di Firenze ci sono diversi piccoli locali in cui potersi fermare per prendere qualcosa da mangiare per pranzo. Si tratta principalmente di street food e locali molto semplici dove è possibile prendere qualcosa al volo da mangiare senza sedersi al tavolo. Ti segnalo i miei preferiti:

  • All’antico Vinaio (via de’ Neri, 65r)

Questo luogo è una vera e propria istituzione in città, oserei dire un luogo di culto! È vero che è turistico e sempre pieno, ma lo è a ragion veduta, e soprattutto per noi fiorentini ha proprio il sapore di casa, non di un locale turistico in cui non entreremmo mai. Ottime le schiacciate, in tantissime varianti e tutte super gustose (consiglio la sbriciolona o il lardo!)

Uno degli street food più amati in città, famiglia di lampredottai da ben 7 generazioni. Loro sanno cosa sia l’arte del lampredotto, provare per credere! Panino al lampredotto (super mega buono) a soli € 3,50.

(Per chi non lo sapesse, il lampredotto è un piatto di frattaglie super tipico di Firenze, si tratta di una delle quattro sezioni dello stomaco del bovino, l’abomaso, che è costituito dalla gala, la parte dal sapore più forte, e dalla spannocchia, la parte invece dal sapore più tenue.)

Altra istituzione fiorentina, il trippaio di san Frediano prepara un ottimo panino con la trippa alla fiorentina, altro piatto tipico di frattaglie costituito da diverse parti dello stomaco del bovino. Da provare a soli € 3!

Cosa mi piace fare nel pomeriggio a Firenze

Dopo il break per pranzo trascorreremo un pomeriggio rilassante, senza però dimenticarci di approfittare e godere della bellezza che ci offre Firenze. Faremo tre tappe che saranno una vera e propria escalation che ci porterà al top di Firenze – non solo in senso metaforico, ma anche in senso letterale e fisico!

Giardino delle Rose

Appena sotto il Piazzale Michelangelo c’è il giardino delle Rose che ospita principalmente roseti, ma non solo e offre una vista pazzesca sui tetti rossi del quartiere sottostante di San Niccolò. Quello che mi piace fare è portarmi una coperta da stendere per magari rilassarmi al caldo sole primaverile, chiacchierare con gli amici, e perché no, organizzare anche un picnic.

ragazza di spalle in un giardino di rose

Piazzale Michelangelo

Saliamo poi al Piazzale Michelangelo, probabilmente uno dei luoghi più famosi della città, tappa fissa per ogni turista e visitatore, rientra anche in questa nostra giornata perché si può godere di una vista unica e inimitabile sulla città, con la Cupola del Brunelleschi e la torre di Palazzo Vecchio ben evidenti, l’Arno che scorre appena sotto, Ponte Vecchio che lo attraversa, e Monte Morello sullo sfondo che incornicia il tutto.

San Miniato al Monte

Infine saliamo ancora alla Chiesa di San Miniato al Monte, esattamente sopra il Piazzale Michelangelo.

Questa è in assoluto la mia vista preferita su Firenze, è sicuramente una delle più alte, dalla quale non solo è possibile ammirare le bellezze della città sopracitate, ma anche la grande vallata in cui Firenze è custodita.

vista pulita e cristallina della città di firenze

Cosa mi piace fare a Firenze per cena

Come concludere questa bella giornata se non con una cena tipica in un’osteria dal sapore tutto fiorentino?

Ecco le mie tre opzioni preferite:

  • All’Antico Vinaio (via de’ Neri 65 r)

Sì, lo propongo anche per cena perché esattamente di fronte il locale famoso per le schiacciate, c’è il ristorante / osteria che ha un’ottima selezione di salumi e formaggi toscani. Insomma, da non perdere!

Trattoria tipica nel cuore del quartiere storico di Santo Spirito, nell’Oltrarno, offre un menù ricco e tradizionale dove si può (e si deve) assaggiare anche la tagliata, ovvero la bistecca alla fiorentina.

Nel cuore del quartiere di Santo Spirito, l’Osteria è un punto di riferimento per i fiorentini e per tutti i turisti e visitatori che arrivano in città. Offre un menù ricco e pieno di cose buone da provare (i taglieri di salumi e i primi piatti della tradizione, per esempio).


Che dire, mi sembra sia stata una bella giornata – seppur virtuale, no?

Se avete domande o dubbi, o magari volete raccontarmi cosa avete fatto durante le vostre visite a Firenze, fatelo nei commenti qua sotto, vi aspetto! 🙂

 

 

Lascia un commento!