Cosa vedere a Marsiglia in un giorno

Nov 9, 2022 | DESTINAZIONI, europa, francia

Primo porto di Francia e capoluogo della regione Provenza – Alpi – Costa Azzurra: scopriamo in questo articolo cosa vedere a Marsiglia in un giorno, iniziando dal suo cuore nevralgico per postarci poi in mare aperto e arrivare fin sopra le collinette circostanti.

Capitale Europea della Cultura nel 2013, Marsiglia sta vivendo un periodo di transizione dovuto alla riqualificazione che questo titolo ha portato in città. Marsiglia è una città che ha molto da offrire e che piano piano si sta aprendo al turismo.

Probabilmente se stai leggendo questo articolo, ti incuriosce come meta per un viaggio, e sei alla ricerca di cosa vedere a Marsiglia, città portuale ricca di stimoli.

cosa vedere a marsiglia, la cattedrale

Come spostarsi a Marsiglia

Prima di scoprire insieme cosa vedere assolutamente a Marsiglia voglio lasciarti un suggerimento sui tuoi spostamenti: scegliendo infatti il City Pass potrai muoverti liberamente in città usando tutti i mezzi pubblici e ottimizzare quindi i tempi di spostamento tra un’attrazione l’altra.

Il City Pass è disponibile nella versione da 24/48/72 h e lo puoi acquistare online dal sito dell’ufficio del turismo di Marsiglia oppure all’ufficio stesso in città.

Cosa vedere a Marsiglia in un giorno

Scopriamo adesso insieme cosa vedere a Marsiglia in un giorno – al termine trovi anche qualche suggerimento su dove mangiare e soprattutto dove dormire a Marsiglia.

Porto Vecchio (o Vieux Port)

È il cuore della città e culla della più antica città di Francia! È porto turistico e luogo di ritrovo per festeggiamenti di vario genere: la sua parziale pedonalizzazione lo ha reso ancor più attraente per i marsigliesi che lo scelgono per lunghe passeggiate sul mare.

Inoltre, ogni mattina dal XVII secolo, in Quai des Belges si svolge il mercato del pesce.

Arcipelago delle isole Frioul

Arcipelago di 4 piccole isole: Pomègues, Ratonneau, If e Tiboulen. Situate al largo di Marsiglia, costituiscono anche un grande patrimonio naturale della città: l’arcipelago infatti è parte integrante del Parco Nazionale dei Calanchi e quindi protetto da un regolamento apposito.

Le isole dell’arcipelago sono visitabili in battello dal Vieux Port, grazie a numerose partenze tutti i giorni.

Castello d’If

Situato sull’omonima isola, è divenuto famoso grazie al romanzo di Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo.

Si tratta della prima fortezza reale di Marsiglia costruita a metà del Cinquecento per difendere la città, importante centro di scambi commerciali. Divenne poi prigione di stato da cui era praticamente impossibile fuggire: le condizioni igieniche infatti erano pessime e lasciavano scarse possibiità di sopravvivenza.

Qui furono rinchiusi prigionieri politici e religiosi fino al secolo scorso: gli ultimi infatti furono i tedeschi durante la prima guerra mondiale.

Si raggiunge dopo 20 minuti di navigazione dal Porto Vecchio – gratuitamente se si possiede il City Pass.

Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Tra le cose da vedere a Marsiglia troviamo certamente anche la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, letteralmente a due passi dal mare e alle porte del quartiere Le Panier – ad ingresso gratuito.

Le Panier

Quartiere storico di Marsiglia in cui si stabilirono gli antichi greci, prende il nome dall’insegna di una locanda Le Logis du panier, situata nell’odierna Rue du Panier.

È un intrico di vie, panni stesi al sole e piazzette assolate con ristoranti e locali: il quartiere è super colorato e brulica di boutique e atelier di ogni genere e street art.

Un tempo zona malfamata, oggi è un’area popolare dal mood hipster, sicuramente l’anima più trendy della città.

MUCEM, il Museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo

Inaugurato nel 2013 quando Marsiglia fu nominata Capitale Europea della Cultura e progettato dall’architetetto Rudy Ricciotti, si tratta di un sito eccezionale, simbolo del rinnovamento di Marsiglia.

Al suo interno mostre temporanee e permamenti sulle civilità che hanno abitato e abitano tutt’oggi il bacino del Mediterraneo: tra le mostre temporanee una sulla dieta mediterranea che è patrimonio UNESCO e sull’impatto che questa ha sulla nostra cultura; un’altra sullo sviluppo delle città portuali dell’area medietrranea quali Istanbul, Algeri, Venezia, Genova, Siviglia e Lisbona.

Basilica di Notre Dame de la Garde

Continuando a scoprire cosa vedere a Marsiglia non possiamo non citare Notre Dame de la Garde, situata sulla collina De la Garde, a 154 mtri sul livello del mare.

In stile romanico-bizantino, vanta una vista incredibile a 360° sulla città: dall’Estaque fino ai Calanchi, passando dalle isole Frioul e dal Castello d’If.

La Città Radiosa

Come ultimo punto delle cose da vedere a Marsiglia abbiamo La Città Radiosa, di Le Corbusier, patrimonio UNESCO dal 2016.

Conosciuto anche come Unité d’Habitation, si tratta di un complesso abitativo pensato per essere vissuto come un quartiere, con negozi, scuola, cinema e auditorium. È uno dei maggiori esempi di architettura “brutalista”, cioé in cemento armato a vista, dell’intero Novecento.

Cosa vedere vicino Marsiglia

Se per caso tu avessi un gionro in più o volessi dedicarti alla scoperta dei dintorni di Marsiglia, ecco che il Parco Nazionale dei Calanchi è la scelta migliore che tu possa fare.

Tra Callelongue e Port-Pin, si estende per circa 20 km di costa fino a Cassis: falesie bianche a strapiombo sul mare con calette di acqua cristallina e macchia mediterranea si susseguono una dopo l’altra.

Si prende il bus 20 e dopo circa 45 minuti si raggiunge il primo calanco, quello di Callelongue, oppure si procede fino al calanco di Marseilleveyre, massiccio accessibile a tutti ma da scoprire con scarpe adatte e una scorta di acqua.

Dove mangiare a Marsiglia

Tra le specialità da assaggiare assolutamente a Marsiglia c’è la bouillabaisse, una zuppa di pesce considerata un piatto popolare cucinato prevalentemente dalle famiglie di pescatori, ma che oggi è stato nobilitato dalla presenza di pesci come la rana pescatrice o il san pietro.

Ecco qualche suggerimento su dove mangiare a Marsiglia (anche la bouillabaisse):

  • Le Ruhl
  • Chez Michel
  • L’Epuisette
  • Le Chalet du Pharo
  • Le Pain de l’Opera (panetteria)
  • Boulangerie Aixoise (panetteria)

Dove dormire a Marsiglia

Situato a una manciata di minuti a piedi dal Porto Vecchio, cuore nevralgico della città, l’Hôtel Maison Saint Louis è il mio suggerimento su dove dormire a Marsiglia.

Numerosi infatti sono i vantaggi di alloggiare qui:

  • posizione centrale e strategica per raggiungere facilemente le principali attrazioni della città
  • le camere sono molto luminose e accoglienti – io ho adorato il momento del tramonto visto dal balconcino
  • è dotato anche di un bistrot, quindi perfetto se la sera si rientra tardi e non abbiamo voglia di uscire in cerca di altro oppure per una pausa pranzo veloce prima di ributtarsi nel caos della città.

 

⇒ Cerchi qualche altra ispirazione di viaggio per i tuoi weekend? Dai un’occhiata alle mie guide di viaggio in Europa.

 

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con l’Hôtel Maison Saint Louis di Marsiglia. Come sempre, le opinioni rimangono personali.

Chi sono

Giulia Maio, travel blogger dal 2015, fiorentina doc dal cuore sardo.

Mi occupo di promozione del territorio, italiano ed estero.

Gli ultimi articoli pubblicati

Cosa stai cercando?