Come creare pin e bacheche su Pinterest

Creare pin e bacheche su Pinterest può sembrare la cosa più facile e intuitiva di questo mondo, è vero, ma è di fondamentale importanza farlo in modo ottimizzato per l’algoritmo di ricerca che governa Pinterest stesso. Altrimenti è tutto inutile perché i tuoi contenuti difficilmente verranno trovati dagli utenti.

Quindi vediamo come creare i pin e le bacheche su Pinterest dopo aver impostato correttamente l’account stesso, scegliendo nome utente, foto e biografia ottimizzati con le keywords per la SEO su Pinterest.

Impariamo a creare i pin e le bacheche su Pinterest

Prima di cominciare a parlare di creazione delle bacheche su Pinterest va detto che esistono diverse tipologie di bacheche:

  • pubbliche, sono le “classiche”, quelle che creiamo sul nostro profilo e visibili a tutti
  • private, sono bacheche che creiamo sul nostro profilo ma che decidiamo di mantenere private e quindi visibili solo a noi
  • di gruppo, possono essere bacheche che creiamo noi e poi invitiamo altri account a farne parte, oppure possono essere create da altri account e abbiamo ricevuto l’invito a partecipare (o addirittura chiediamo noi di potervi partecipare)

Intanto ci concentriamo sulle bacheche pubbliche, che sono importanti per poter completare il nostro account

Come creare una bacheca ottimizzata per la SEO

Per essere ottimizzata in ottica SEO ogni bacheca deve avere:

  • titolo contenente la keyword principale che raccoglierà tutti i pin che pubblicheremo all’interno di questa bacheca
  • descrizione contenente la keyword principale e le sue declinazioni in keywords a coda lunga – inoltre tieni a mente che la descrizione deve descrivere appunto i contenuti della bacheca: cosa trovo dentro questa bacheca? Che tipo di contenuti? Usa le keywords per rispondere a queste domande
  • copertina della bacheca ovvero un pin di forma quadrata, ottimizzato per l’algoritmo, che, dopo essere stato pubblicato, dovrà essere impostato come copertina della bacheca. Questo ti aiuta ad avere un profilo esteticamente attraente e armonico perché tutte le bacheche ne avranno una.

Come creare i pin su Pinterest

Vediamo adesso quali sono le regole da sapere e a cui attenersi quando creiamo un pin:

  • titolo, deve ovviamente contenere la keyword e deve avere una lunghezza di 40-100 caratteri
  • descrizione, deve anch’essa contenere la keyword (anche a coda lunga) e deve avere una lunghezza di 100-500 caratteri
  • testo alternativo, deve descrivere l’immagine e deve contenere la keyword
  • link di destinazione, devi OVVIAMENTE inserire il link di destinazione che convertirà l’utente Pinterest in lettore/cliente/nuovo follower portandolo alla pagina che tu scegli
  • bacheca, seleziona la bacheca più rilevante per questo pin all’interno della quale andrai a salvare il tuo pin, appunto

Ricordati di fare un’accurata ricerca di parole chiave e di non tirarle a caso, altrimenti è tutto inutile!

Quando vai prima a creare e poi a pubblicare un pin ricorda che devi spiccare tra la folla. Pinterest è una piattaforma prettamente visuale quindi è importante che il tuo pin si faccia notare tra i milioni di pin esistenti: usa e crea immagini wow, fotografie da urlo, infografiche chiare e concise… devi farti notare!

Ricorda anche di usare la tua mood board e quindi di scegliere i colori e i fonts all’interno della tua palette: in questo modo riuscirai a mantenere il tuo profilo esteticamente armonioso e coerente, ma soprattutto manterrai la tua brand identity.

Quali tipologie di pin creare

Esistono diverse tipologie di pin: classico, carosello, video. Vediamo quali sono le best practices nella creazione delle due tipologie principali, il pin classico e il pin video.

Pin classico. Un pin deve essere visivamente attraente, deve invogliare le persone a scoprire di più. Non è facile creare dei pin efficaci, ma ricorda di seguire questi consigli:

  • usa immagini di alta qualità in formato verticale che quindi risaltino sul feed degli utenti, mantenendo il rapporto d’aspetto 2:3 (1000×1500 pixel)
  • metti il logo su ogni tuo pin, ma non deve essere invadente e non deve essere posizionato nell’angolo in basso a destra, perché verrebbe coperto dalle icone di Pinterest
  • inserisci un testo che accompagni l’immagine e ricorda di garantire la leggibilità sui dispositivi mobili, quindi è importante che sia sintetico

Pin video. Per la creazione di un pin video invece è importante ricordare che:

  • fin da subito deve essere chiaro il tuo messaggio per poter catturare l’attenzione dell’utente
  • la durata ottimale di un pin video sponsorizzato è di 6-15 secondi, mentre i pin video organici dovrebbero durare almeno 4 secondi
  • può capitare che alcuni utenti guardino il video col suono disattivato o che abbiano difficoltà fisiche ad ascoltare: non fare affidamento sull’audio, di nuovo l’aspetto visivo è fondamentale quindi inserisci anche qui un testo esplicativo
  • seleziona un’immagine di copertina che permetta agli utenti di capire immediatamente l’argomento del tuo pin video.

Come vengono scoperti i contenuti su Pinterest

Ti chiederai forse perché è importante creare i nostri contenuti su Pinterest in modo ottimizzato per la SEO e a che pro facciamo tutto questo. Ovviamente per farci trovare dagli utenti.

Ma ti sei mai chiesta come un utente può trovare il tuo contenuto?

In tre modi:

  • dal suo feed, quindi perché ti segue e ogni volta che tu pubblichi, l’utente vedrà il tuo pin nel suo feed
  • facendo una ricerca (classica o per hashtag), ed è per questo motivo che è importantissimo usare le keywords e creare contenuti ottimizzati per la SEO
  • grazie ai pin correlati, ovvero i pin che Pinterest suggerisce all’utente quando questo apre un pin: si tratta di pin simili per contenuto testuale e visivo

Capisci quindi, quanto sia importante dare a Pinterest tutte le indicazioni e le informazioni necessarie affinché capisca che tipo di contenuto è il nostro, e decida quindi di mostrarlo come risultato delle ricerche o anche come pin correlato.

Come dicevamo all’inizio sarà poi importantissimo fare un uso intelligente di bacheche private e di gruppo.

Ed è altrettanto importante, affinché tutto funzioni al meglio, conoscere l’algoritmo di Pinterest e avere un account Pinterest impostato correttamente.

Ti invito infine ad ascoltare l’episodio del podcast A tutto Pinterest – parliamone con la Queen per fissare bene i concetti fondamentali e quindi capire come creare i pin e le bacheche su Pinterest in modo ottimizzato per la SEO.

 

 

 

 

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.