14   135
20   170
38   272
29   268
20   297
18   153
31   304

La mia storia

Ciao!

Sono Giulia, classe ’94 e fiorentina doc.

D’inverno vivo a Firenze, d’estate in Sardegna. Sarà per questo che il mio elemento è il mare – o forse perché sono cancro! Amo l’avocado, il calore del popolo cubano e mi piace fare cose.

Sono curiosa, caparbia e determinata, ma anche esigente e selettiva. Penso troppo, ascolto molto e parlo tanto ma non con tutti.

Mi sono laureata in Progettazione e Gestione di eventi e imprese dell’Arte e dello Spettacolo (Pro.Ge.A.S.) presso l’Università di Firenze, un nome lunghissimo per dire che ho studiato organizzazione e pianificazione di eventi artistici e culturali come stagioni teatrali, concerti, mostre d’arte e festival cinematografici.

Mi piace l’estetica, ma non l’estetica fine a se stessa. Odio l’ipocrisia ed essere presa in giro. Amo le persone che fanno rumore, che hanno cose da dire, passioni da coltivare e sogni da raggiungere.

Amo i cani (in particolar modo Junior) e non mi fido delle persone che non amano i cani.

In tutti questi anni ho sempre avuto un pallino, un’idea fissa che riempiva la mia mente giorno e notte, e nella quale ho investito praticamente ogni centesimo che ho guadagnato.

La voglia di viaggiare.

Ho sempre odiato le etichette, ma l’unica che accetto è quella di viaggiatrice.

Odio gli orologi perché mi ricordano che il tempo per dare risposte alla mia curiosità non è mai abbastanza.

Mi invento qualsiasi cosa pur di partire, mi candido per borse di studio, workshops e stage in giro per il mondo.

Faccio la valigia in due ore prima della partenza. Senza dimenticarmi niente.

Mi annoio facilmente e odio tremendamente la monotonia.

Amo il canopy tour, il parapendio, e mi è perfino capitato di essere accoltellata per sbaglio su un isolotto sperduto nel mare dei Caraibi con un coltello arrugginito dove l’ospedale più vicino distava due giorni di viaggio. Amo il brivido e l’ebrezza.

Sono quella un po’ pazza e molto affamata – di esperienze e di cibo!

Se mi chiedessero: Perché viaggi?, la mia risposta sarebbe:

Sul volo Bologna – Atene ho conosciuto Amalia, una ragazza ateniese: io stavo andando, lei stava tornando. Tornava a casa dopo aver trascorso del tempo in Italia con alcuni suoi amici che aveva conosciuto in Erasmus qualche anno prima.

Mi ha vista con la guida di Atene in mano e mi ha chiesto “Prima volta ad Atene?”, ed io “Sì, prima volta!”.

Durante le due ore di volo abbiamo parlato senza sosta, e più parlavamo, più mi sembrava di conoscerla già. Abbiamo riso, scherzato e ci siamo raccontate aneddoti divertenti, e improvvisamente eravamo già ad Atene. Il tempo è volato!

All’arrivo ci siamo scambiate i contatti e ancora oggi ogni tanto ci sentiamo e ci aggiorniamo riguardo le nostre vite.

Ecco, la mia risposta sarebbe: “Amalia!”.

 

Come nasce noncieromaistata

Noncieromaistata nasce per raccontare questa mia passione. Voglio raccontare i miei viaggi, condividere esperienze e comunicare quello che sento.

Nel settembre del 2015 sono volata in California, e, come puoi immaginare, l’idea era a dir poco elettrizzante. Un mese prima ho deciso di aprire un blog dove avrei pubblicato foto, parole e indirizzi interessanti che avrei trovato in California, una sorta di diario di viaggio.
Fast-forward fino a febbraio del 2018 quando ho deciso di dare una svolta al blog, acquistando il dominio personale, rivoluzionando tutta la parte di grafica e dei contenuti, e adottando una prospettiva professionale nei confronti di questo lavoro.

Tantissimi sono i paesi che vorrei visitare, la lista è veramente infinita: come prima cosa vorrei conoscere l’Asia, continente ancora quasi sconosciuto per me, e in cima alla lista dei miei desideri ci sono tre viaggi a cui tengo particolarmente: la Polinesia, l’Australia e il coast to coast negli USA (ovviamente comprendendo anche le Hawaii!).

Se è vero che LA CURIOSITÀ É IL MOTORE CHE SPINGE IL VIAGGIATORE, adesso mi spiego il mio essere tremendamente CURIOSA DI TUTTO.

La voglia di viaggiare si è ormai tramutata in una vera e propria necessità, nella necessità di trovare quel nanosecondo in cui senti il tuo cuore sospirare, come se avesse perso un battito e avesse finalmente trovato il suo posto nel mondo; ma è solo un momento, e allora continui ad andare, cercando ancora quell’ebrezza sfuggente ma vitale, quella beatitudine dei cuori leggeri che trovano il conforto di casa solo sulla strada.

Seguitemi sui social per rimanere sempre in contatto con i miei viaggi, vi mostrerò il mondo dai miei occhi!

 

Parlano con me di me

Ho raccolto qui alcune interviste che nel tempo mi sono state fatte, in modo che possano aiutarmi a farmi conoscere meglio!

Ad aprile 2019 i ragazzi di Wanderoo Italia mi hanno fatto qualche domanda.

A giugno 2019 è stato il turno di aroundtheworld A \ T \ W.

A fine agosto 2019 è stata la volta dei ragazzi di Rolling Pandas coi quali abbiamo parlato della mia attività e dell’Islanda. Puoi leggere l’intervista e dare un’occhiata ai tour / viaggi in Islanda.

A novembre 2019 invece è stato il momento di provare qualcosa di nuovo, la radio! Quando Flavia, speaker di VoiceBookRadio mi ha contattata proponendomi un’intervista radio per raccontare il mio Costa Rica non ho potuto rifiutare. Per riascoltare la puntata di InTrip basta cliccare sull’immagine qui sotto.