25   122
24   178
29   368
37   235
26   239
50   558
16   225

Cosa vedere in un giorno a Cordova

Oggi facciamo un salto virtuale in Andalusia per scoprire cosa vedere in un solo giorno a Cordova!

Quello a Cordova è stato un ritorno, a dire la verità! Ci ero passata una mattina di 6-7 anni fa, quando tornando da Granada verso Siviglia dopo una settimana di vacanza-studio, ci fermammo proprio a Cordova per visitare la famosa Mezquita. Ma nient’altro in più.

Ecco perché, durante il mio ultimo viaggio a Siviglia, dove HomeExchange mi ha spedita per provare il loro servizio, ho deciso di tornare a Cordova – e anche di visitare Cadice per la prima volta!

fortezza araba con palme, fiori e piante colorati

Come raggiungere Cordova da Siviglia

Raggiungere Cordova da Siviglia è abbastanza semplice e comodo. La compagnia di bus Alsa ha diverse tratte al giorno che partono da Plaza de Armas a Siviglia e arrivano direttamente al Terminal Alsa a Cordova, che è praticamente quasi in centro.

Il prezzo è di €23 a/r – consiglio di prendere insieme andata e ritorno perché è più conveniente rispetto a prenderli separatamente.

Cosa vedere: l’Alcázar de los Reyes Cristianos

Prima tappa che consiglio assolutamente di fare nell’itinerario per visitare Cordova è visitare l’Alcázar de los Reyes Cristianos, ovvero la Fortezza dei Re Cristiani, risalente alla prima metà del 1300.

La storia di questa fortezza è veramente molto dinamica e interessante, ma non è questo, forse, il luogo più adatto per raccontarla. Vi invito a scoprirne di più visitandola.

Corridoio esterno di una fortezza araba con torre

La struttura è in realtà un complesso costituito dalla fortezza e dai suoi giardini. Più che la fortezza, sono i giardini la parte strabiliante!

Uno spazio decisamente importante, pieno di piante dai fiori colorati, vialetti alberati, fontane e fontanelle, giochi d’acqua, sculture sparse qua e là, alberi di ogni tipo… insomma, un tripudio di colori e dinamicità da non perdere assolutamente!

Ragazza davanti fontana rettangolare in giardino fiorito

Noi abbiamo passato più di due ore solo nei giardini, non necessariamente girovagando tra alberi e piante, ma anche stando sedute su una panchina ad osservare. È una cosa che mi piace fare molto quando sono in giro. Osservare.

Quando visitarla: tutti i giorni tranne il lunedì perché è chiuso.

Prima vi mettete in fila, meglio è. Anche se basta semplicemente presentarsi alla biglietteria senza comprare il biglietto online, è una meta prescelta da molti, quindi le file si formano abbastanza facilmente.

Cosa vedere: la Mezquita di Cordova

Come dicevo all’inizio, la mia visita alla Mezquita risale a diversi anni fa, ma ho voluto inserirla in questo itinerario perché credo sia una tappa da fare assolutamente in città.

La Mezquita di Cordova, ovvero la moschea, è una delle tre architetture che meglio testimoniamo la dominazione araba in Andalusia insieme alla Giralda di Siviglia e all’Alhambra di Granada. L’elemento che caratterizza fortemente la moschea sono gli archi bicolore, arancio e bianco, incastonati tra le colonne all’interno.

Il mio consiglio è quello di prendere il biglietto online, perché la fila, anche in questo caso, non tarda a formarsi!

(In foto: il minareto della moschea ben visibile dal Alcázar de los Reyes Cristianos.)

Vista del minareto della moschea araba e dei tetti e alberi della città

Cosa vedere: il Puente Romano

Il Ponte Romano è una struttura dalla storia pazzesca! Fu costruito sul fiume Guadalquivir dai Romani nel lontanissimo I sec a.C. ed è rimasto in piedi fino ad oggi, per oltre due millenni. Tra l’altro la sua architettura ricorda moltissimo gli acquedotti romani costruiti nel vecchio Impero Romano.

È l’unico ponte che esiste in città, quindi l’unica via di collegamento tra una sponda e l’altra del fiume, e da qualche anno è diventato zona pedonale. Funge anche da porta di accesso al centro di Cordova.

Cosa fare a Cordova: un giro per le vie della città

Per chiudere la giornata alla scoperta di Cordova, consiglio assolutamente un giretto per le viuzze della città. La città è molto caratteristica e la storia vissuta si riflette nell’architettura che troviamo in giro.

Fortissima è l’impronta araba, così come in tutta l’Andalusia – la dominazione araba è stata un dei periodi di dominazione più lunghi vissuti da questa area. La Mezquita citata sopra con il suo minareto ne è un chiaro esempio, ma non solo. In città infatti i palazzi hanno ornamenti di chiaro gusto arabo.

Decorazione di un palazzo in stile arabeggiante

Ma non mancano riferimenti anche al mondo ebraico. Visitate per esempio la Judería, la zona di tradizione ebraica, e la famosa Calleja de las Flores, una viuzza stretta stretta completamente bianca e addobbata con vasi di fiori colorati appesi alle pareti. 

Non dimenticate anche Plaza de la Corredera, una piazza rettangolare completamente circondata da palazzi che hanno al piano terra un gioco continuo di portici e arcate. Ve la consiglio per un caffè e qualcosa da mangiare a uno dei tanti bar che ci sono proprio in piazza. Andateci verso l’ora del tramonto, quando i riflessi dei raggi la colorano d’oro.

 

Spero di avervi raccontato cosa vedere a Cordova in un giorno e soprattutto di avervi messo curiosità nel visitare la città e le sue bellezze!

Se avete domande e dubbi oppure se avete altri consigli da dare ai viaggiatori, scrivete tutto nei commenti, e risponderò subito!

 

 

Lascia un commento!