25   122
24   178
29   368
37   235
26   239
50   558
16   225

La mia vita oltre Instagram

Qualche giorno fa ho ricevuto un messaggio su Instagram che diceva più o meno così:

Ciao Giulia, scusa il disturbo ma volevo dirti che mi piace moltissimo la tua vita libera e piena di viaggi. Vorrei riuscire anche io a vivere così, potresti darmi qualche consiglio su come fare? Grazie.

Wow.

Sono rimasta un attimo spiazzata da questo messaggio.

Non sapevo bene cosa o come rispondere. Mi era capitato qualche altra volta di ricevere un messaggio simile, ma anche questa volta come allora sono rimasta destabilizzata.

Mentre cercavo la risposta più “giusta” da dare, sempre che ci sia una risposta giusta e una sbagliata, mi sono chiesta: Ma davvero sembra che io abbia una vita libera e piena di viaggi?

E qui è scattato l’interruttore. Perché c’è un’enorme differenza tra quello che sembra e quello che è in realtà. C’è un’enorme differenza tra la vita che viviamo quotidianamente e quello che scegliamo di pubblicare. C’è un’enorme differenza tra una bella foto su Instagram e il percorso che ha portato a scattare quella foto. Voglio dire, dobbiamo renderci conto che molto spesso scegliamo di pubblicare solo cose belle e positive, lasciando invece dietro le quinte le parti più tristi, più negative, più noiose e dolorose. Ma ci sono. Porca menta se ci sono!

Mi rendo conto che questa ragazza mi ha scritto il messaggio a ragion veduta, nel senso che sono io che scelgo di pubblicare le foto dei miei viaggi, sono io che condivido nelle storie la mia passeggiata quotidiana con Junior che faccio in orari di “lavoro d’ufficio”, chiamiamolo così, sono io che racconto degli incontri belli che faccio con davvero tanto piacere quando capita o semplicemente quando c’è la voglia di vedersi.

Capisco che sono io in primis a dare questa sensazione di libertà, e di cui sono felicissima perché voglio parlare di cose belle, voglio raccontare la bellezza dei viaggi e degli incontri che faccio. Ma c’è altro.

Bisogna andare oltre a quello che una foto su Instagram mostra. Bisogna andare oltre perché la mia vita prosegue là dove finisce Instagram, o meglio la mia vita è per l’80% fuori da Instagram. Oltre è una bellissima parola, sul vocabolario viene descritta come la tensione ad andare più là di un certo limite, spaziale, temporale o ideale. Oltre esiste solo se c’è un limite. Il limite in questo caso è Instagram, andare oltre Instagram significa entrare nella mia vita, e vi assicuro che nella mia vita non è tutto scintillante e luccicante come può sembrare. Nella mia vita ci sono le lotte quotidiane, le beghe, le noie che tutti noi affrontiamo, chi più, chi meno.

Quindi alla fine il messaggio che le ho scritto in risposta è stato:

In tutta sincerità quello che si vede attraverso i social è solo una parte della mia vita, c’è molto altro e soprattutto ci sono beghe e magagne giornaliere contro cui combattere. Capisco il peso del lavoro e di guadagnare uno stipendio, ma se ciò a cui aneli è una vita più libera e piena di viaggi, forse dovresti provarci! Prova a fare qualche piccolo cambiamento, un passo alla volta, cerca di capire cosa puoi fare a livello pratico per raggiungere quello che vuoi 🙂

 

 

 

Lascia un commento!