14   140
20   170
38   272
29   268
20   297
18   153
31   304

Amsterdam, 4 esperienze + 1 da non perdere

Quando l’idea di andare in Olanda ha cominciato a prendere forma, ho voluto necessariamente inserire nell’itinerario anche Amsterdam. A dirla tutta è stata proprio una dei due poli centrali del nostro viaggio insieme ai campi di tulipani (se hai perso l’articolo sulla fioritura dei tulipani in Olanda, lo trovi qui), dal momento che rappresentava una meta che avevo inserito nella mia bucket list di compleanno stilata quasi un anno fa e che posso dire con estrema gioia di aver rispettato quasi in toto.

Che scrivere i nostri progetti (leggi: sogni) aiuti davvero a realizzarli? Decisamente sì!

Amsterdam, dicevo. Credo ci siano miliardi di guide di viaggio in giro dedicate a questa città, per cui non aspettatevi questo da me. Oggi ho voluto realizzare una cosa leggermente diversa perché ho inserito in questo articolo le 4 esperienze (+1) che io personalmente ho fatto ad Amsterdam e che ho trovato più caratteristiche e uniche.

Cominciamo!

1. Crociera al tramonto sui canali di Amsterdam

Forse un classico quando si visita Amsterdam, ma uno di quelli che non passeranno mai di moda, come il tubino nero. Nella zona della stazione centrale ci sono diverse compagnie che offrono una mini crociera in battello. Potete fare tranquillamente il giro per informarvi e capire quella che offre ciò che fa per voi: ci sono con e senza audioguida, con cena o senza cena, alcune addirittura offrono perfino champagne.

Personalmente consiglio quella con audioguida perché vi fornirà informazioni storiche sulla città di Amsterdam e sui luoghi, palazzi, ponti che vedrete, il tutto condito con un tocco di umorismo e curiosità interessanti!

La crociera sui canali è un must perché vi permetterà di ammirare la città da un punto di vista diverso, ovvero dall’acqua, dove potrete notare cose che non riuscireste a vedere dal piano strada. Meglio se la fate al tramonto perché la golden hour riscalderà l’ambiente e vi renderà una visione di Amsterdam dorata e avvolgente.

2. Immersione nel patrimonio artistico della città, con particolare attenzione al Van Gogh Museum

L’Olanda ha senza dubbio una delle più grandi tradizioni artistiche europee e infatti proprio ad Amsterdam ci sono diverse musei in cui perdersi e trascorrere un pomeriggio. Uno tra i più famosi è il Rijksmuseum, ma personalmente consiglierei il Van Gogh Museum.

Ospita la più grande collezione di opere dell’artista, comprendendo alcune tra le sue opere più famose. In più lungo le pareti delle sale espositive avrete modo di leggere tutta la vita dell’artista, le sue manie, le sue malattie, i suoi amici e colleghi, il fratello e la famiglia!

Consiglio pratico:  acquistate il biglietto online per evitare la (lunga) coda all’ingresso, costo € 19. Se possibile cercate di andare la mattina presto o nel tardo pomeriggio per evitare la folla o le scolaresche in gita, che possono essere molto fastidiose.

3. Pedalare in centro senza scontrarsi con altri ciclisti, con pedoni, o peggio ancora, con auto

Sappiate che ad Amsterdam i ciclisti hanno la precedenza! Perfino nei confronti dei pedoni. Si dice che ad Amsterdam ci sia un numero di biciclette corrispondente al numero di macchine che ci sono nelle nostre grandi città, e viceversa il numero di auto ad Amsterdam corrisponda al numero di bici delle nostre città!

Capite bene che ci sono migliaia di biciclette da tenere d’occhio se non si vuole incorrere in un incidente.

La situazione si complica se invece deciderete di prendere a noleggio una bici e girare per la città pedalando. Dovreste tener d’occhio non solo pedoni e auto, ma anche gli altri ciclisti. Credetemi, non scherzo se vi dico che appena arrivata in città ho rischiato diverse volte un frontale con un ciclista!

Si tratta di una questione di abitudine, abituarsi a fare passare prima i ciclisti e dare loro la precedenza, ma comunque è bene stare sempre attenti e soprattutto usare e rispettare sempre le piste ciclabili. In questo modo dovreste riuscire a non scontrarvi con nessun ciclista!

4. Andare a vedere i mulini di Zaanse Schans e sentirsi un po’ come Don Quijote

A pochi minuti di treno dalla stazione centrale di Amsterdam, c’è Zaanse Schans, un piccolo villaggetto famoso per la cioccolata e i suoi mulini verdi. Per raggiungerlo vi basterà prendere il treno per Uitgeest, scendere alla quarta fermata, Koog-Zaandijk, e procedere in direzione est su un lungo ponte panoramico che attraversa il fiume Zaan.

Altrimenti, appena scendete dal treno, vi basterà seguire il profumo di cacao per raggiungere Zaanse Schans! Infatti questo piccolo paesino ospita una fabbrica dove viene lavorato il cacao, rilasciando nell’aria un gradevole profumo.

Zaanse Schans è relativamente piccolo, e sebbene ospitasse qualche centinaio di mulini, almeno così dicono, oggi ne sono rimasti solamente 6, tutti rigorosamente verdi e ben funzionanti, soprattutto nelle giornate ventose, che forniscono energia alle varie fabbriche della zona, risultando uno dei centri di produzione di energia eolica più importanti dell’intero paese.

Il piccolo paesino di Zaanse Schans è famoso anche per le casette in legno in cui vivono i residenti, che sembrano letteralmente uscite dalle favole!

5. Esperienza a tua scelta

Sappiamo tutti benissimo per cosa è famosa Amsterdam! Se avete curiosità di fare questa quinta esperienza, sappiate che la città pullula di coffee shops per cui vi basterà sceglierne uno ed entrare.

Se invece questa ultima esperienza non vi interessa, sappiate che si può andare ad Amsterdam comunque!

 

Siete mai stati ad Amsterdam? Vi andrebbe di suggerire altre esperienze da provare?

Fatemele sapere nei commenti qui sotto, e come sempre vi aspetto per eventuali dubbi o domande 🙂

 

 

Lascia un commento!