14   139
20   170
38   272
29   268
20   297
18   153
31   304

Guida agli autobus pubblici del Costa Rica – aka tutto quello che dovete sapere

Dopo aver pubblicato la guida di viaggio completa sul Costa Rica (la trovate qui se ve la siete persa), è arrivato il momento di capire quale sia il miglior mezzo di trasporto per visitare il paese. E dal titolo presumo vi sia già abbastanza chiaro!

Quando si organizza un viaggio in Costa Rica, per prima cosa è necessario scegliere il mezzo di trasporto col quale si intende spostarsi – a meno che non si scelga di visitare una sola località. E questo a mio avviso sarebbe un enorme spreco, vista l’enorme quantità di bellezze e attrazioni naturali che questo paese offre ai visitatori.

Partendo dal presupposto che le linee ferroviarie sono molto scarse, rimangono due possibilità, autobus e auto.

Le colline di Monteverde, lungo il tragitto dal lago Arenal al paesino di Santa Elena

Autobus o auto?

Il primo grande ragionamento va fatto pensando al mezzo di trasporto che si preferisce. È necessario individuare pro & contro di una scelta e dell’altra.

Noleggio di un’auto, pro & contro

Inevitabilmente noleggiare l’auto ci dà la possibilità di andare praticamente ovunque e di scegliere tratte e itinerario in modo libero, senza alcuna costrizione. E inoltre i tempi di percorrenza con l’auto sono abbastanza reali, ovviamente tengono conto delle condizioni delle strade e del traffico, ma dopotutto sono tempi “normali”.

Gli elementi che però sono a sfavore di questa scelta sono due. In primis il costo del noleggio, strettamente legato al tipo di auto che noleggiate, mentre il secondo motivo riguarda le condizioni delle strade. Infatti al di fuori delle città e delle zone più battute, le strade sono sterrate, quindi risentono delle piogge che ne cambiano continuamente le caratteristiche, e di numerosi altri fattori.

In questo senso capite che il noleggio di una 4×4 è praticamente necessario – tant’è che personalmente ho visto numerosissime macchine noleggiate e tutte erano 4×4.

Autobus pubblici, pro & contro

Quando invece si prende in considerazione la possibilità di spostarsi in autobus, appare subito evidente il grande vantaggio di questa scelta, il risparmio in termini economici.

Ci sono diverse compagnie private che collegano numerosissime città e paesi del Costa Rica, ciascuna copre una zona specifica del paese. Il risparmio economico è notevole perché le tariffe del biglietto si aggirano sui € 5 per le tratte medie, intorno ai € 10 per quelle più lunghe, mentre le più brevi costano anche meno di € 1!

Ovviamente dal lato negativo c’è il fatto dei tempi di percorrenza, che si allungano notevolmente. Già di per sé l’autobus è più lento di una macchina, in più metteteci che le strade non sono sempre le più corte, infatti a volte capita che si scelga di percorrere una strada asfaltata, e che a volte, soprattutto in prossimità dei paesi più piccoli e dei villaggi, l’autista decida di riportare a casa le persone. E non è un modo di dire. Intendo sul serio! La persona che deve scendere si avvicina all’autista comunicandogli dove deve scendere, e questo ce lo porta.

Va detto che in più di due settimane di permanenza e utilizzo dei bus pubblici in Costa Rica questa cosa è successa solamente due volte, per cui non è una cosa abituale, ma è bene tenere presente che può succedere.

Capite bene che in questo modo i tempi di percorrenza di allungano notevolmente.

Per cui come rispondere alla domanda? Bus pubblici o auto?

Il mio consiglio: se avete intenzione di visitare il Costa Rica per più di una settimana inserendo nel vostro itinerario diverse località, l’uso degli autobus pubblici farà al caso vostro. Gli autobus vi permetteranno di risparmiare molto a livello economico e vi permetteranno di entrare in contatto con le persone del posto, scambiare due parole e conoscersi, che è un aspetto fondamentale secondo me.

Vediamo adesso alcuni punti fondamentali per poter usare i bus pubblici al meglio!

Le condizioni abbastanza buone delle strade nelle cittadine più grandi

Autobus diretti e collettivi

Per ogni compagnia privata di autobus che esiste in Costa Rica esistono due tipologie di bus: il diretto e il collettivo.

I diretti

Il diretto, come dice il nome, è un autobus diretto che parte dal punto A e arriva al punto B senza soste – a volte viene fatta una sosta per poter usufruire di mini-supermercati e bagni pubblici, ma non è una fermata dove è possibile salire o scendere. Di norma costa lievemente di più rispetto al collettivo, ma visto quanto sono ridicoli i prezzi e soprattutto considerate le condizioni viaggio su un collettivo, ne vale assolutamente la pena!

I collettivi

Il collettivo invece è un autobus che parte dal punto A e arriva al punto B dopo un numero imprecisato di fermate fatte lungo la strada. Mi spiego, si chiama così perché è un autobus che permette a chiunque di salire in ogni punto della strada questa persona si trovi. Per cui non è raro che il collettivo faccia una fermata dopo l’altra, magari a cinque minuti di distanza, a volte a venti minuti, altre volte una fermata immediatamente dopo l’altra.

E la stessa cosa vale anche per chi deve scendere, che va dall’autista comunicandogli il punto esatto dove scendere e questo ce lo porta, perfino uscendo dalla strada principale (che sarebbe la “rotta” del percorso), per poi tornarci subito dopo. Insomma, una sorta di taxi a domicilio in versione autobus!

Altro punto a sfavore del collettivo riguarda il fatto della capienza. Questi autobus è come se non avessero capienza, perché l’autista continua a far salire gente che trova lungo la strada, nonostante non ci sia più posto a bordo, né per stare seduti, né tantomeno per stare in piedi!

Ci è capitato di affrontare un tragitto su un collettivo ed è stato estenuante. Eravamo tantissimi su quel bus, stretti come sardine, con zaini, pacchi e valige, e con un caldo allucinante, mentre l’autista continuava a far salire gente.

Il mio consiglio: quando vi ritrovate a dover comprare un biglietto, assicuratevi di scegliere il diretto, altrimenti ci impiegherete una vita!

Molto spesso le strade costeggiano la foresta regalando paesaggi da cartolina

Prezzi delle tratte

Tariffe generali degli autobus

Abbiamo già detto quanto sia economico viaggiare in autobus in Costa Rica. Entrando più nel dettaglio, non è possibile avere una tabella coi prezzi definitivi perché le tratte, e di conseguenza le tariffe, cambiano spesso.

In compenso però si può dire che per le tratte di media durata (2-3 ore di viaggio) i prezzi si aggirano intorno ai € 5, per le tratte più lunghe (4-6 ore di viaggio) i prezzi arrivano fino a € 10, infine per le tratte più brevi (1-2 ore di viaggio) le tariffe si aggirano sui € 1-2, in alcuni casi perfino meno di € 1!

Prezzi del mio itinerario

L’aeroporto internazionale Juan Santamaria di San José in realtà si trova ad Alajuela, cittadina a circa una mezzoretta dalla capitale. Per raggiungere San José ci sono gli autobus pubblici che partono proprio dall’aeroporto. In alternativa potete usare Uber (a circa € 20-25) o ancora il classico e vecchio taxi, a circa € 35-40.

Vista l’impossibilità di reperire informazioni sicure su ogni tratta operata in Costa Rica, vi rimetto qua sotto le tratte che ho percorso io, in modo da darvi informazioni certe su queste (che sono le più comuni) e di conseguenza potrete avere un’idea dei costi di tutte le altre percorrenze.

Le tappe del mio viaggio sono state (in ordine): Alajuela, La Fortuna, Monteverde e Santa Elena, Tamarindo, Quepos, Puerto Viejo de Talamanca e infine San José.

Dopo aver dormito la prima notte ad Alajuela, abbiamo raggiunto con Uber San José e da lì abbiamo preso il primo bus.

Il mio consiglio: San José è disseminata di terminal degli autobus, ogni compagnia ha il suo e sfortunatamente non sono localizzati tutti nello stesso luogo. Cercate il nome della compagnia che vi interessa e recatevi al terminal giusto dal quale dovete partire, altrimenti, se sbagliate, perderete solo tempo!

Tutti i prezzi che vi metto qui sotto sono in colones (CRC), la moneta locale. Al momento della scrittura di questo articolo (gennaio 2019) un euro vale 690-695 colones.

  • San José – Ciudad Quesada 1915 CRC  +  Ciudad Quesada – La Fortuna 1700 CRC
  • Monteverde – Tilarán 1300 CRC  +  Tilarán – Cañas 600 CRC  +  Cañas – Liberia 1800 CRC  +  Liberia – Tamarindo 1500 CRC
  • Tamarindo – Puntarenas (in realtà era una fermata del bus in mezzo a una strada a scorrimento veloce da qualche parte vicino Puntarenas) 5900 CRC  +  Puntarenas – Quepos 2300 CRC
  • Quepos – San José 4000 CRC +  San José – Puerto Viejo de Talamanca 5960 CRC
  • Puerto Viejo de TalamancaSan José 5960 CRC

Per il trasferimento da La Fortuna a Monteverde non abbiamo usato gli autobus – che ci avrebbero impiegato un’infinità di tempo! Abbiamo optato per una compagnia privata che con 20 USD a testa ci ha presi nel nostro hotel a La Fortuna e ci ha portati all’entrata dell’hotel a Santa Elena (il piccolo paese dal quale partono tutte le attività per il parco di Monteverde), attraverso un tragitto in van, poi in barca sul lago Arenal e infine ancora in van fino a Santa Elena.

Di queste compagnie private ce ne sono diverse a La Fortuna, vi basterà andare un po’ in giro per la piazza centrale e ne troverete diverse. Vi consiglio questa soluzione anche perché durante questo tragitto ho visto i paesaggi più belli di tutto il Costa Rica!

Il panorama di cui si gode lungo la strada che da Alajuela porta al Volcan Poas

Orari degli autobus

Per quanto riguarda invece gli orari, la questione si complica. Infatti, quando da casa cercavo la tabella con gli orari di tutte le tratte che mi interessavano, non sono riuscita a trovare una fonte affidabile. O meglio, dal sito dell’ente del turismo (www.visitcostarica.com) si trovano alcune informazioni e c’è anche un documento PDF (lo trovate qui e lo potete anche scaricare) che contiene la maggior parte delle tratte con segnati alcuni orari, ma non tutti.

Mi è capitato molto spesso di trovare informazioni che si contraddicessero a vicenda, quindi mi rimaneva sempre il dubbio.

Quando poi mi sono ritrovata in Costa Rica ho capito il perché di tutta questa confusione riguardo gli orari.

Molto spesso vi capiterà di trovare i cartelli informativi con gli orari per una determinata tratta e vi accorgerete che ci sono alcune correzioni fatte a mano. Questo succede perché vengono aggiunte tratte e tolte altre, e gli orari vengono cambiati abbastanza spesso.

In questo modo quindi capite che è praticamente impossibile da casa trovare un orario che sia definitivo.

Il mio consiglio: non appena arrivate in una città/paese/villaggio, informatevi subito sugli orari di partenza dell’autobus per la vostra destinazione successiva. In questo modo, comprando subito il biglietto per ripartire, non avrete problemi in un secondo momento a reperire orari online o all’ultimo minuto.

Il mio consiglio: non conoscendo bene gli orari, calcolate di partire presto la mattina, prendete il primo bus disponibile. In questo modo, dovendo fare spesso diversi cambi prima di raggiungere la destinazione finale, avrete praticamente la certezza di arrivare a destinazione. Infatti, se per le tratte lunghe ci sono solo 2-3 autobus al giorno, per le tratte più brevi di norma ci sono autobus che partono anche verso le 6-7 di pomeriggio. Per cui calcolate di arrivare a prendere l’ultima coincidenza per la destinazione finale proprio per le 6-7 del pomeriggio.

La strada appena fuori il piccolo centro di Puerto Viejo de Talamanca

Il mio consiglio: dove prendere l’alloggio?

Potrà sembrare banale, ma è bene specificare. Scegliendo di spostarvi con gli autobus pubblici, non avrete nessun altro mezzo a disposizione che vi possa portare in giro in città.

Per cui vi consiglio caldamente di scegliere un alloggio che sia molto vicino al terminal degli autobus, o comunque alla fermata da cui dovrete ripartire. In questo modo potrete facilmente raggiungere il terminal a piedi, senza aver bisogno di prenotare un taxi o cercare di capire se esiste e come funziona una rete di trasporti pubblici all’interno delle singole città o paesi.

Inoltre tenete presente che le tratte più lunghe (che durano anche 5-6 ore) partono la mattina molto presto, verso le 5:30/6. Se siete autonomi a potete raggiungere il terminal a piedi è meglio, perché la maggior parte dei tassisti applica una sovrattassa per corse prenotate così presto al mattino (o anche la sera parecchio tardi).

 

Spero che questa guida vi abbia aiutato a fare chiarezza su tutto il grande e complicato mondo degli autobus in Costa Rica!

Come sempre, se avete ulteriori domande, sarò felicissima di aiutarvi 🙂

 

 

 

Lascia un commento!